Skip to content

GiùLibri

Alcune proposte per una lettura che prima di tutto insegna il coraggio

———————————————————————————————————-

Oltre l’ostacolo, Lorenzo Rossetti con Cristina Antonetti (2011)

Patologia trattata: tetraparesi

 

Le tappe più importanti della vita di un ragazzo di 27 anni che di fronte alla disabilità ha saputo reagire con coraggio e determinazione.

Le scelte più sofferte e i traguardi più importanti raggiunti, i momenti di luce ma anche di buio, l’apporto della famiglia e degli amici, le delusioni lavorative e le speranze per un futuro a cui guardare con un ottimismo contagioso.

Compralo on line su IBS.IT! Clicca qui

———————————————————————————————————-

Una vita imprudente, Claudio Imprudente (1990)

Patologia trattata: tetraparesi e cultura dell’handicap

Questo libro racconta il percorso di vita, arricchito, peraltro, di aneddoti divertenti e contributi di personaggi noti (giornalisti, rappresentanti della Chiesa, addirittura il nostro Presidente della Repubblica!), di Claudio Imprudente, non un comune disabile, ma un “diversabile”, come egli stesso si definisce.

———————————————————————————————————-

Mi riguarda, autori vari (1994)

Patologia trattata: vari casi di disabilità

Questo libro è un macigno nel cuore di chi legge, è impossibile non restarne coinvolti e rendersi conto che è vero: ci riguarda e ci DEVE riguardare. Storie di bambini che non possono comunicare, o che non ci riescono come dovrebbero, sentimenti che si alternano a rifiuto, accettazione, a un amore immenso da parte di chi gli sta intorno, e il lettore “subisce” passivo ma coinvolto come nessun altro libro potrebbe fare.

———————————————————————————————————-

L’abilità è una questione mentale, autori vari (2010)

Argomento trattato: incontro con la diversità

Questo libro raccoglie gli elaborati dei ragazzi dell’Istituto Mancinelli-Falconi, le testimonianze degli atleti disabili coinvolti in questa appassionante sfida culturale e le riflessioni di chi ha affrontato insieme a noi questo cammino di approfondimento sulle tematiche legate alla disabilità.

Una lettura che offre spunti di riflessione su come i più giovani vivono, percepiscono e combattono il disagio delle barriere architettoniche e culturali.

Acquistalo on line su IBS.IT! Clicca qui

———————————————————————————————————-

Rainman, Leonore Fleisher

Patologia trattata: autismo

“Charlie, Charlie Babbit, mio amico”. Charles Sanford Babbit e Raymond Babbit sono fratelli, ma non lo scoprono fino a che non muore il padre di entrambi lasciando l’intero patrimonio in eredità a Raymond, un autistico. Charlie, venditore di auto, aveva infatti rotto con il padre a sedici anni per via di un auto, la Buick Roadmaster 8 cilindri che, nemmeno a dirlo, assieme ad un cespuglio di rose, è l’unica eredità che gli viene lasciata.

Acquistalo on line: Clicca qui

———————————————————————————————————-

L’altra verità. Diario di una diversa, Alda Merini (2007)

Patologia trattata: disagio psichico

Un alternarsi di orrore e solitudine, di incapacità di comprendere e di essere compresi, in una narrazione che nonostante tutto è un inno alla vita e alla forza del “sentire”. Alda Merini ripercorre il suo ricovero decennale in manicomio: il racconto della vita nella clinica psichiatrica, tra elettroshock e autentiche torture, libera lo sguardo della poetessa su questo inferno, come un’onda che alterna la lucidità all’incanto. Un diario senza traccia di sentimentalismo o di facili condanne, in cui emerge lo “sperdimento”, ma anche la sicurezza di sé e delle proprie emozioni in una sorta di innocenza primaria che tutto osserva e trasforma, senza mai disconoscere la malattia, o la fatica del non sentire i ritmi e i bisogni altrui, in una riflessione che si fa poesia, negli interrogativi e nei dubbi che divengono rime a lacerare il torpore, l’abitudine, l’indifferenza e la paura del mondo che c’è “fuori”.

———————————————————————————————————-

Il buio e il miele, Giovanni Arpino (1999)

Patologia trattata: cecità causata

Lo strano destino di questo romanzo è di essere ormai più famoso con il suo nome cinematografico, Profumo di donna, che con il titolo originale.Per due volte è diventato un film che ha ispirato grandi interpretazioni a due grandi attori: Vittorio Gassman e Al Pacino, memorabili alter ego dell’ancor più memorabile protagonista del libro, il cinico capitano Fausto, cieco e cattivissimo nel suo testardo rifiuto della speranza e della pietà.

Cattivo e ribelle come questo libro che si rifiuta di lasciarsi archiviare e catalogare in un periodo preciso.

———————————————————————————————————-

Forrest Gump, Winston Groom (1986)

Patologia trattata: insifficienza mentale

Quando la University of Alabama di football rende Forrest una stella è solo l’inizio! L’insufficienza mentale di cui è vittima Forrest non gli impedisce affatto di vivere la sua vita. E che vita. Dapprima diviene un eroe di guerra, poi di ritorno dal Vietnam un giocatore di Ping-Pong, un lottatore, e infine un uomo d’affari. Il romanzo attraversa tre decenni della storia americana raccontando le vicende di un ragazzo coraggioso e determinato.

———————————————————————————————————-

Il mio piede sinistro, Christy Brown

Patologia trattata: paralisi cerebrale

Il parere dei medici è severo: Chris è paralizzato e necessita di ricovero in un istituto specializzato. Ma la madre, per istinto, non si arrende e vuole con tutte le sue forze inserire il suo bambino in una vita migliore, aiutarlo a vincere il suo crudele destino. Lei sa che quel piccolo essere che ciondola è capace di sentire e di capire. E allora parla con lui, gli mostra i giocattoli dei fratellini, lo porta a vedere i fiori e il cielo. Ma il piccolo non risponde, resta muto e incosciente. Un dramma lungo cinque anni. Un giorno però Chris vede un fratellino che gioca con i gessi, ne afferra uno con il piede sinistro e traccia uno scarabocchio….

———————————————————————————————————-

Il mondo di Nigel Hunt, Nigel Hunt (1987)

Patologia trattata: sindrome di Down

“Provo un gran piacere a scrivere queste pagine; il mio primo libro”. Nigel Hunt descrive in questo suo diario il mondo per come lui lo vede, comunicando impressioni e speranze e ricordando episodi della sua vita. Nella lunga prefazione il padre sottolinea il senso di questo testo: “Questo libro è unico, e uso questa parola nel suo significato rigorosamente letterale. È stato scritto da un mongoloide, mio figlio. Nessun mongoloide ha scritto un libro prima di lui”.

———————————————————————————————————-